Gentile collega, sono candidato al ballottaggio ( 3 e 4 novembre on line e 7 novembre al seggio) per il posto in Consiglio Nazionale dei Giornalisti. La mia “fedina giornalistica”  (e quella penale) è pulita,  non avendo   subito procedimenti per violazioni deontologiche, né mai avuto procedimenti penali e civili.  Mi rammarica, essendomi occupato per 4 anni di deontologia,   invitarvi a visitare il sito dell’Ordine dei giornalisti dell’Umbria dove, nell’elenco dei pubblicisti, accanto a ogni nome vi sono le annotazioni di eventuali sanzioni ricevute, ebbene vicino al nome di Antonello Menconi, il mio contendente,  vi sono annotate  due sanzioni: una sospensione di 3 mesi e un avvertimento.  E’ altresì notorio che In altro ambito  risulta un patteggiamento e la condanna a  risarcimenti, sempre per questioni inerenti la professione giornalistica. La legge non prevede interdizioni per sanzioni risalenti a più di 5 anni, ma un coro di colleghi afferma che sarebbe disdicevole che un collega con questo curriculum andasse a rappresentarci al Consiglio nazionale.

La mia candidatura nasce nel gruppo di Ordine Amico che ha presentato un programma di azione ben preciso che potrai leggere su www.ordineamico.it . Per quei presupposti e per la mia esperienza ti chiedo di votarmi di nuovo o di votarmi in questa occasione.

Numerosi amici hanno ricevuto messaggi sui loro cellulari da parte del collega  concorrente  che non conoscono chiedendosi chi può avergli dato il loro numero,  messaggio che si limita a chiedere il voto senza alcuna motivazione!

Negli ultimi quattro  anni ho svolto il ruolo di Consigliere Nazionale di Disciplina – pur non abbandonando la mia attività di critico d’arte in Italia e all’estero – che mi ha visto relatore di decine di ricorsi deontologici di illustri e meno noti  giornalisti della grande stampa: tutti giudicati da me  con imparzialità e crescente competenza. Con questa esperienza,  colleghi a livello nazionale  e regionale mi hanno chiesto di ricandidarmi, per non disperderla.

Ho ritenuto che fosse utile portarvi  a conoscenza di queste situazioni in vista del  ballottaggio.   

Massimo Duranti